Pages Navigation Menu

Storia, itinerari, consigli ed altre informazioni per chi vuole passare le vacanze a Ischia e vuole conoscerne tutti i segreti

Ischia F.A.Q.: domande frequenti sull’isola d’Ischia

Ischia F.A.Q.: domande frequenti sull’isola d’Ischia

Dove si trova?
L’isola d’Ischia si trova a nord del Golfo di Napoli, in Campania. Insieme a Procida e Vivara compone l’arcipelago delle isole flegree. Delle isole minori è la più grande dopo l’Elba, mentre con oltre 60.000 abitanti è la terza isola più popolosa in Italia, subito dopo Sicilia e Sardegna. Amministrativamente è divisa in sei comuni – Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana, Barano D’Ischia – ciascuno con una propria storia e finanche il proprio dialetto.

clima
Come è il clima?
Ischia è il compendio perfetto del clima mediterraneo: inverni miti; estati calde; bassa escursione termica; concentrazione delle precipitazioni nell’ultimo e nel primo trimestre dell’anno (semestre freddo); livello di umidità abbastanza omogeneo. Gennaio e febbraio i mesi più freddi con la temperatura massima attorno i 10°C; luglio e agosto quelli più caldi, stabilmente sopra i 30°C.

IMG_0551
Come si arriva?
L’isola non ha un aeroporto. Per arrivare a Ischia bisogna perciò necessariamente transitare da Napoli. Una volta giunti all’aeroporto di Capodichino o alla Stazione F.S. di Piazza Garibaldi, sono due i modi più comodi per raggiungere i moli di imbarco di Calata Porta di Massa (per i traghetti) e Beverello (per gli aliscafi): l’Alibus, il pulmann-navetta dell’ATN che non effettua fermate intermedie (il biglietto è acquistabile a bordo – € 4.00); il taxi, chiedendo la tariffa predeterminata comunale per il porto.
Il traghetto costa ca. € 12.00 a persona. L’aliscafo attorno ai € 20.00.
Per maggiori informazioni clicca qui.

IMG_3117
È possibile venire con l’auto?
Certo. In autostrada bisogna seguire le indicazioni per l’area portuale di Napoli fino al terminal di Calata Porta di Massa, molo d’imbarco dei traghetti; oppure, se ci si vuole imbarcare da Pozzuoli, prendere la Tangenziale e uscire su Via Campana, seguendo lungo il tragitto le indicazioni per il porto della cittadina flegrea.
È importante sapere che da Pasqua fino alla fine di settembre i veicoli intestati a residenti in Campania non possono sbarcare sull’isola d’Ischia, mentre per tutti gli altri non ci sono restrizioni.

IMG_9780
Come ci si muove sull’isola d’Ischia?
La mobilità è garantita dal servizio pubblico automobilistico effettuato dai bus di linea dell’EavBus. Il biglietto orario (90 minuti) costa € 1.90 ed è acquistabile in quasi tutte le edicole, bar, tabacchi in giro per l’isola. È possibile acquistare anche biglietti giornalieri e sottoscrivere mini-abbonamenti su base settimanale. La biglietteria centrale si trova presso lo stazionamento di Piazza Trieste e Trento, poco distante dal porto di Ischia.
In alternativa ci sono numerosi noleggi di auto e scooter. Può essere una buona soluzione per un weekend a Ischia, considerato che i prezzi oscillano dai € 25/30.00 al giorno per uno scooter 125Cc, ai € 55/60.00 al giorno per un’utilitaria.
Da ultimo il servizio taxi, sicuramente poco conveniente economicamente, simpatico per un giro dell’isola turistico in tutta tranquillità. Il consiglio è pattuire prima costi e dettagli della corsa, in modo da evitare fraintendimenti.
Vedi anche Muoversi ad Ischia.

IMG_3356
Dove si può fare il bagno?
I Maronti sono la spiaggia più grande dell’isola. Quasi 3 km per la maggior parte nel comune di Barano, per un breve tratto in quello di Serrara Fontana. Forio è il comune con il litorale più esteso e il maggior numero di spiagge (San Francesco, la Chiaia, Cava dell’Isola e Citara), ma tutti i comuni dell’isola hanno spiagge di sabbia e scogli. Molto belle la spiaggia di San Montano a Lacco Ameno e le baie rocciose di Sorgeto a Forio e Cartaromana a Ischia.
Sull’isola non mancano i parchi termali. Su tutti i Giardini Poseidon, al termine della baia di Citara e il Negombo nella baia di San Montano, dove per primi sbarcarono i coloni greci a Ischia nell’VIII sec. a. C. Il costo medio per lettino e sdraio nei lidi privati si aggira sui € 6.00 a pezzo. L’ingresso nei parchi termali sui €30.00 a persona.

sorriso
Dove si possono fare le terme?
Ischia è tra le località termali più famose e importanti del mondo. Moltissimi gli alberghi con reparto termale interno dove effettuare le tradizionali cure termali (bagni, fanghi, aerosol e inalazioni) in regime di convenzione con il SSN. Negli ultimi anni è decisamente aumentato anche il numero di hotel con SPA per abbinare alle terme un ampio numero di trattamenti estetici per viso e corpo (a pagamento). Non mancano strutture esclusivamente dedicate come le antiche Terme Belliazzi di Casamicciola e le Terme di Ischia nel comune omonimo.

IMG_3286
Quali sono le alternative al mare?

Grazie alla sua straripante macchia mediterranea, Ischia è conosciuta nel mondo anche con l’appellativo di “Isola Verde“. È impressionante la quantità e la varietà di escursioni possibili in un territorio tutto sommato circoscritto. Non solo natura. Anche musei, chiese e i tanti centri abitati che compongono i sei comuni, ciascuno con una propria storia, in qualche caso anche con abitudini e stili di vita differenti rispetto al resto della popolazione, come storicamente testimoniano gli antichi borghi marinari di Ischia Ponte e Sant’Angelo. Insomma, ce ne sono di cose da vedere a Ischia, sicuramente molte più di quelle di una località balneare dove si viene “soltanto” a fare il bagno e a prendere il sole.

IMG_3866
Quali sono i divertimenti notturni?
Ischia non è Rimini o Ibiza. Chi avesse in mente quel tipo di “by night” sbaglierebbe perciò a scegliere l’isola per le proprie vacanze. Detto questo non mancano locali notturni, discoteche, disco-bar, pub e ristoranti, soprattutto nel comune di Ischia dove si concentra il grosso della movida sia in estate che nei mesi di bassa stagione. Se invece preferite atmosfere più intime, magari una cena elegante o un drink in piazzetta, il borgo di Ischia Ponte e Sant’Angelo sono location di livello assoluto, testimonianze dell’antica architettura mediterranea al pari della Marina Grande di Capri o della Corricella a Procida.

ospedale
Ci sono ospedali?
Sull’isola d’Ischia c’è l’Ospedale Pubblico “Anna Rizzoli” di Lacco Ameno che da più di cinquant’anni regge egregiamente un’utenza che nei mesi estivi supera le 300.000 presenze. Non solo le prestazioni di Pronto Soccorso ma pure i reparti di cardiologia, terapia intensiva, radiologia, pediatria, ortopedia ecc. come del resto è giusto che sia per un territorio che conta oltre 60.000 abitanti. Di fatto una cittadina di medie dimensioni con l’eccezione dell’insularità.
E infatti, per il trasporto d’urgenza sono disponibili un servizio di eliambulanza (l’eliporto è a Casamicciola, a poche decine di metri dall’Ospedale) e un servizio di idroambulanza gestito dall’Uffucio Circondariale Marittimo della locale Capitaneria.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *