Pages Navigation Menu

Storia, itinerari, consigli ed altre informazioni per chi vuole passare le vacanze a Ischia e vuole conoscerne tutti i segreti

Capodanno a Ischia

Capodanno a Ischia

Scegliere di trascorrere il Capodanno a Ischia può sembrare un’idea fuori dagli schemi. Nell’immaginario collettivo le festività natalizie sono normalmente associate a paesaggi e località con la neve, i mercatini, il vin brulé ecc.

Insomma, molto più Trento o Bolzano che un’isola del Mediterraneo e invece Natale e Capodanno rappresentano da sempre un periodo di grande lavoro per l’isola d’Ischia con una clientela, sempre più trasversale per età e gusti, attratta dal piacere di un bagno termale, una sauna, un trattamento estetico e dalla possibilità di scoprire i mille volti dell’isola più grande del Golfo di Napoli.

Ecco allora che qualche dritta sulle cose da fare e vedere a Ischia fa senz’altro comodo, sapendo che nel periodo natalizio rivivono sull’isola tradizioni antichissime, assieme a un fitto calendario di eventi e all’impegno di comuni e associazioni di categoria per dare al territorio un’immagine accogliente.

A proposito di tradizioni, menzione speciale all’antichissimo rito della benedizione dei pesci che ogni anno si ripete per le strade del corso principale di Forio la notte dell’antivigilia di Natale (tra il 23 e il 24 dicembre). Le campane della chiesa alle 04.00 del mattino avvisano i fedeli dell’imminente inizio della Santa Messa. A seguire la bella e sentita processione per le caratteristiche stradine del centro storico. Come sempre in questi casi c’è un’appendice “godereccia” e perciò, mentre in piazza comincia il mercato del pesce che poi alla sera sarà servito sulle tavole imbandite degli ischitani, a fianco si fa colazione con una saporita pasta e fagioli e un buon bicchiere di vino!

Nel comune di Ischia, per la precisione nell’antico borgo contadino di Campagnano, da più di dieci anni va in scena invece il Presepe Vivente. Data dell’evento il 28 (o 29) dicembre (dalle 16.00 alle 22.00), con più di 200 figuranti impegnati a rievocare i temi classici del presepe napoletano del XIX secolo. Non mancano, perfettamente inseriti nella scenografia, stand enogastronomici e botteghe artigiane per dare la possibilità ai tanti turisti accorsi di acquistare souvenirs e prodotti tipici locali.

Questi sono solo due degli eventi che caratterizzano le festività di fine anno dell’isola d’ischia che, tra feste in piazza e notti bianche promettono di allietare le vacanze di turisti e residenti.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *