Pages Navigation Menu

Storia, itinerari, consigli ed altre informazioni per chi vuole passare le vacanze a Ischia e vuole conoscerne tutti i segreti

Ischia e le castagne: una gustosa scoperta

Ischia e le castagne: una gustosa scoperta

Frutto dalle notevoli proprietà nutritive e antiossidanti, le castagne, insieme ai funghi, sono le regine indiscusse dei boschi ischitani. Già a partire da ottobre e, via via sempre di più fino a novembre inoltrato, se ne trovano un po’ dappertutto lungo i pendii del Monte Epomeo e delle altre colline dell’isola.

Il posto più indicato per farne incetta è sicuramente il bosco della Falanga. Parliamo di un castagneto di 6 ettari a 500 metri sul livello del mare, “incastrato” tra il villaggio contadino di Santa Maria al Monte e l’eremo di San Nicola, vetta dell’Epomeo.

Oltre che per l’habitat unico – basti pensare che in una parte del bosco rinominata “Bianchetto” veniva estratta argilla per ricavarne stoviglie e altre utensilerie – la Falanga è famosa per le numerose tracce dell’architettura rurale: case di pietra, fosse della neve, cisterne e cantine che dimostrano come in passato l’agricoltura ischitana si spingesse fin quasi in cima all’Epomeo.

Tornando alle castagne se ne trovano abbondanti anche in tutta la fascia pedemontana dei comuni di Lacco Ameno e Casamicciola, come pure ne sono pieni la parte alta del bosco della Maddalena, il Monte Trippodi e Piano San Paolo. Quest’ultimo tra i posti meno noti e più sbalorditivi che ci sono a Ischia.

La grande disponibilità del frutto spiega pure la sua fortuna gastronomica tra gli ischitani. Soprattutto in passato le castagne, arrostite o anche lesse, erano un ingrediente fondamentale della dieta autunnale degli abitanti dell’Isola Verde.

Oggi invece lo sono molto meno e quelle consumate vengono perlopiù importate dai boschi dell’Irpinia. Ciononostante c’è ancora chi frequenta i boschi dell’isola per farne incetta, magari contemporaneamente alla raccolta dei funghi che invece è più viva che mai.

Insomma, tra i motivi per cui val la pena venire a Ischia in autunno ci sono anche le castagne. Insieme alle noci, ai funghi, alle lampughe, alla zucca e alle tante altre prelibatezze della gastronomia locale non te ne pentirai. Ischia ti aspetta!

Potrebbe interessare anche

I fagioli zampognari: conoscere Ischia partendo dal cibo
La pesca ai gamberi sull’isola d’Ischia
La pesca alle lampughe sull’isola d’Ischia
5 cose da mangiare a Ischia

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *