Pages Navigation Menu

Storia, itinerari, consigli ed altre informazioni per chi vuole passare le vacanze a Ischia e vuole conoscerne tutti i segreti

Escursione Bosco della Maddalena – Sant’Angelo: Ischia attraversata da nord a sud

Escursione Bosco della Maddalena – Sant’Angelo: Ischia attraversata da nord a sud

Quindici chilometri, tanta è la distanza da percorrere per attraversare l’isola d’Ischia da nord a sud, dal Bosco della Maddalena fino a Sant’Angelo. Più del doppio di un’altra bellissima escursione, quella dai Frassitelli a Crateca. Entrambi gli itinerari, mappati e periodicamente monitorati dalla sottosezione locale del Club Alpino Italiano (CAI), svelano la grande natura dell’isola d’Ischia, un territorio di appena 46 km quadrati eppure interessantissimo dal punto di vista ambientale.

LEGGI ANCHE: Speciale Ischia: la grande natura dell’isola

Abbiamo approfittato di una mite domenica autunnale per seguire le guide ambientali CAI lungo questo percorso che dalla pineta della Maddalena sale fin quasi sulla vetta dell’Epomeo e poi scende in direzione Sant’Angelo passando per Via Nuova Falanga e Via Lorenzo Fiore, strade secondarie di Serrara Fontana che sbucano alle spalle della bella chiesa del Carmine.

LEGGI ANCHE: I colori dell’autunno a Ischia

In mezzo, Monte Trippodi, Piano San Paolo (uno dei luoghi meno conosciuti dell’isola), l’Epomeo e il sentiero della Pietra dell’Acqua, ma soprattutto tanta, tantissima natura: pini, lecci, castagni, un bellissimo esemplare di carpino nero e ancora mirto, corbezzolo, timo e nepetella. Menzione a parte per il “Cyperus Polystachyus”, meglio conosciuto come “Papiro delle Fumarole”, pianta a rischio estinzione che cresce nell’esteso campo fumarolico del Cretaio a Casamicciola. Ma non è finita perchè, complice il periodo, lungo il percorso c’erano funghi dappertutto. Non solo i pregiati porcini, ma anche monetole, latterini e chiodini. Senz’altro buoni da mangiare – non a caso la raccolta dei funghi a Ischia mobilita centinaia di persone – ma belli anche da fotografare, emblema della generosa natura ischitana.

LEGGI ANCHE: La raccolta dei funghi a Ischia

Insomma, l’escursione dal Bosco della Maddalena a Sant’Angelo è un altra “traccia” della riscoperta dei sentieri dell’isola d’Ischia. Una vera e propria ondata neo-ruralista che promette molto sotto il profilo turistico, specie nei periodi “cosidetti” di bassa stagione. Ischia Vi aspetta!

Tabella dell’escursione:

Scheda tecnica Bosco Maddalena-Sant’Angelo
Durata ca. 7 h
Difficoltà E/E
Dislivello salita e discesa 700 m/800 m
Sviluppo del percorso 15 Km
Partenza e arrivo Bosco della Maddalena, Monte Trippodi, Monte Epomeo, Pietra dell’Acqua, Belvedere di Serrara, Sant’Angelo.
Equipaggiamento scarpe ed abbigliamento da trekking, acqua.

Fonte: rielaborazione Tabella CAI Isola d’Ischia

Potrebbe interessare anche

Da Serrara a Lacco Ameno seguendo le case di pietra

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *