Pages Navigation Menu

Storia, itinerari, consigli ed altre informazioni per chi vuole passare le vacanze a Ischia e vuole conoscerne tutti i segreti

Isola d’Ischia: 10 esperienze da non perdere

Isola d’Ischia: 10 esperienze da non perdere

Succede alle personalità più in vista e anche alle località. Spesso si rimane “prigionieri” della propria immagine pubblica, col risultato di non riuscire a farsi conoscere per quel che si è veramente. Nel caso di Ischia, per esempio, la parola “terme” richiama alla mente, quasi fosse un riflesso pavloviano, i suoi parchi termali, le SPA degli alberghi, trascurando possibilità più inconsuete ma di ugual fascino. Lo stesso accade con le spiagge, il mare, la montagna ecc. Insomma, l’invito è andare alla ricerca di esperienze diverse, fuori dal comune, senza farsi condizionare troppo dai clichè turistici.

1. Sorgeto

A proposito di terme a Ischia, invece di pensare subito alle bellissime piscine dei Poseidon o del Negombo, considerate la possibilità di un bagno caldo nelle vasche naturali di Sorgeto, splendida baia del versante sud-occidentale dell’isola, nel comune di Forio. L’acqua sulfurea proveniente dal sottosuolo si mescola con il mare creando naturalmente le condizioni ideali per la balneoterapia. D’estate e pure d’inverno! L’unico inconveniente sono gli oltre 200 scalini necessari a raggiungere la località. Ma, si sa, le cose belle bisogna cercarle!

SORGETO, DISCESA AL PARADISO

2. Cavascura

E, sempre a proposito di terme, le antiche terme di Cavascura, in fondo alla spiaggia dei Maronti, meritano senz’altro una visita. Si tratta di un bacino idrotermale antichissimo, pare addirittura già noto ai Romani che sull’isola fondarono la piccola colonia di Aenaria. Vasche, docce e l’immancabile sauna naturale in fondo a un canyon lungo 300 metri tra pareti di tufo verde, nidi di uccelli e il giallo inconfondibile delle ginestre.

CAVASCURA, LUOGO DA FAVOLA SULLA SPIAGGIA DEI MARONTI

3. Nitrodi


Last but not least (a proposito di terme), il Parco delle Ninfee Nitrodi. Anche qui si tratta di un bacino idrotermale antichissimo noto, da sempre, per le proprietà curative delle sue acque, anche potabili. A inizio millennio, il comune di Barano (la fonte di Nitrodi si trova nella frazione di Buonopane) ha provveduto a trasformare l’area in un vero e proprio parco termale con docce, pompe, cabine, solarium, bar e percorso aromaterapico.

LA FONTE DI NITRODI E LE SUE ACQUE MIRACOLOSE

4. La Scannella

Gli scalini per raggiungere la Scannella sono addirittura qualcuno in più di quelli per Sorgeto. Perciò se le condizioni fisiche non sono ideali, meglio optare per il comodo servizio taxi-boat che fa base nel porticciolo di Sant’Angelo. La baia della Scannella è stata recentemente inserita in una speciale classifica dei luoghi del silenzio. Merito, ovviamente, di una natura generosa, ma anche dei proprietari del piccolo hotel-ristorante affacciato sulla baia che hanno saputo valorizzare uno degli angoli più suggestivi di Forio e dell’isola d’Ischia.

LA SCANNELLA, ANGOLO DI PARADISO DELL’ISOLA D’ISCHIA

5. Grotta del Mago

Un anfratto che non ha nulla da invidiare alla celebre Grotta Azzurra di Capri, e che probabilmente avrebbe avuto altrettanta fama se la seconda guerra mondiale non avesse bloccato i progetti di valorizzazione che interessavano l’area tutt’attorno. O forse, chissà, sono tali e tante le bellezze dell’isola d’Ischia che i suoi abitanti non si sono mai sentiti in dovere di “spingerne” una più delle altre. Fatto sta che la Grotta del Mago è una tappa irrinunciabile di qualsiasi giro dell’isola che si rispetti. Da non perdere!

LA GROTTA DEL MAGO TRA STORIA E MITO

6. Cavagrado

Se invece quello che state cercando è una spiaggia fuori dai “soliti giri”, appartata e tranquilla, allora non c’è niente di meglio della piccola spiaggia di Cava Grado, all’ingresso del borgo di Sant’Angelo, proprio sotto l’area di sosta dei pullman. Si tratta di una spiaggia frequentata per lo più da famiglie, ideale per chi non ama particolarmente la calca estiva. Ci si arriva anche da Succhivo, piccolo centro abitato attraversato dalla Strada provinciale che conduce alla più famosa  Sant’Angelo.

LA SPIAGGIA DI CAVA GRADO, UNA SCOPERTA FELICE

7. Snorkeling

Sono davvero tanti i modi di vivere il mare. Dal windsurf, al kitesurf, passando per il diving, fino al più accessibile snorkeling, l’esplorazione dei fondali con l’ausilio di maschera e tubo. Non sarebbe neanche una notizia se ad accompagnarvi non ci fossero i ragazzi dell'”Associazione Nemo per la Diffusione della Cultura del mare”. Ambientologi marini che conoscono palmo a palmo le coste dell’isola e perciò in grado di trasformare una semplice uscita in maschera in un’emozionante avventura alla scoperta della straordinaria biodiversità del mare di Ischia.

ISCHIA SOMMERSA, IMPARARE DIVERTENDOSI CON LO SNORKELING

8. Agricoltura biologica

Ischia è un'”isola di terra” con una forte vocazione contadina che il turismo non ha  del tutto cancellato. Anzi, negli ultimi anni, complice la diffusione di modelli di sviluppo più attenti alla sostenibilità ambientale, l’agricoltura sta tornando lentamente, ma inesorabilmente alla ribalta. La Tenuta del Cannavale a Fiaiano è solo l’ultimo esempio di questa riscoperta dell’agricoltura a km 0 sull’isola d’Ischia. Perchè, come recita un cartello all’ingresso della tenuta “È vietato calpestare i sogni”.

LA TENUTA DEL CANNAVALE ISCHIA BIO

9. La magia del tramonto

Da qualche tempo gira in rete una sorta di vademecum estivo che un professore avrebbe stilato per i suoi alunni al posto dei tradizionali compiti per le vacanze. Tra le raccomandazioni c’è quella di aspettare svegli, almeno una volta, l’alba. Ci associamo caldamente al consiglio senza trascurare, però, i tramonti che sull’isola d’Ischia, specie nel comune di Forio, hanno davvero pochi eguali al mondo.

ISCHIA L’ISOLA DEL SOLE

10. Ischia e dintorni

Vacanza a Ischia significa vacanza nel Golfo di Napoli. Perciò, il consiglio è dedicare almeno un giorno alla scoperta di una delle tante meraviglie di Napoli e dintorni. Che sia “Spaccanapoli”, il cuore della città partenopea, oppure Capri l’isola azzurra, fino alla vicina Procida distante appena 15 minuti di aliscafo. Scegliete voi non rimarrete delusi!

ISCHIA E DINTORNI. PROCIDA, CAPRI, POMPEI, AMALFI, VESUVIO

Potrebbe interessare anche

10 motivi per visitare Ischia

2 Comments

  1. meravigliosi posti

    • Conosco questi posti meravigliosi da oltre 35 anni ci sono stata anche quest’anno in febbraio a lacco ameno e anche nei giorni uggiosi l’isola d’ischia è sempre molto bella.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *